STREETZ MEGA 96430 CON MICRO AUTO 2009 BLOKS nblpqd4069-Altri modellini statici di veicoli


ALPINE A210 14ème LE MANS 1968 N 55 1/43 TOP MODEL MADE IN ITALY
Western MODELS 1:43 PORSCHE 356 in Rosso Top rarità da collezione k377

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

FIAT 238 ambulanza SMOM Sovrano VAM, Ordine di Malta Rio 1:43 modello rio4443

La ricerca in numeri

Porsche 962 Vincitore Daytona 1987 n. 14 Löwenbräu 1/43 Spark MAP02028714 Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Minichamps-Porsche 911 RS-NERO - 1995 - 430 0651 04 Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

Range Rover Evoque Convertible Cabriolet RDH Ginevra NERO PremiumX Ixo 1:43

AREA DOWNLOAD

AM 71.CREATIONS FIAT 1100 ABARTH COMPETITION/ASSISTANCE 1/43.
Brumm o10 vis à vis Gran Gala nuziale CARROZZA CAVALLI 4 USATO BUONE CONDIZIONI
Die CAST Masters CAT 242d compatto caricatrici su cingoli TELAIO NUOVO OVP

Da non perdere

PORSCHE Cayenne Gemballa gt550 BIANCO 1:43 RARO
Steyr Diesel 1947 Tractor 1:32 Model ROS30111 ROS Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

BELL XF-109 ANIGRAND 1/72 RESIN KIT

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
Gama feuerwehr Mercedes LKW Lichtgiraffe No 92813 «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
Plats d'étain - flat tin - zinnfiguren : 22 soldats infanterie de ligne empire

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

WSI Models | 03-1138 bianca Linea; DAF XF NUOVO SSC 6X2 twinsteer
Condividi:
IAF KFIR C2/C7 KINETIC 1/48 PLASTIC KIT  
Fujimi FUNE NEXT 008 IJN Aircraft Carrier Shinano 1/700 scale kit

News dalla Fondazione

AA27705 1/72 North American P51-D Mustang fai presto a casa del miele
FUJIMI 1/43 1995 FERRARI 412 t2 Jean capitate CANADIAN GRAND PRIX vincitore
SCANIA WITH INTERCOOLER SCHRIER TRANSPORT 1:50 NO BOX / GEEN DOOS 10-06-2019

Aperto il bando per i finanziamenti alla ricerca 2020

RARE Mini Cooper ROVER NEKO N 101 MONTE CARLO 1994 par BURAGO au 1/16 NO 1/18
REYNARD 01q-lm spesso BARBOUR LEMANS 2001 37 Graham / DUNO / Murry 1:43 Spark
VW Volkswagen Scirocco R CUP 2010 Autostadt 16 NERO 1:43 Spark 28-05-2019

«Dona le tue rughe»: la campagna a sostegno delle donne col cancro

MATCHBOX 31 LINCOLN CONTINENTAL regular wheels 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza